Zakynthos Day 4, part II

IMG_1307

For lunch the captain left us on a desert beach that you can only get to by sea, this might just be the perfect beach, white sand, beautiful cristal clear water and no one in sight.

IMG_3569

IMG_3562

After lunch we headed to Porto Stenos, that in greek means narrow, and it is very narrow indeed. Here the captain told us to swim through an underwater tunnel to get to a natural dome inside the rock, it was just a little bit scary but it was worth it!

 

IMG_3632

IMG_3634

IMG_3633

 

Throughout the day we must have gone into at least a dozen caves and visited at least 4 beaches. At about 6 P.M we went back to Porto Vromni, tired, salty but very satisfied.

IMG_1290

IMG_1333

IMG_3612

IMG_1323

IMG_3652

IMG_3640

IMG_3579

As soon as we reached the scooter, we went to a spot where you can see Navagio beach from above. The view was magical, from the top of the cliff you can realize even more how the colour of the water is unique, the shipwreck makes it an even more pictoresque sight.

IMG_3670

IMG_3682

After this we went back to Keriou for a quick shower and went back to Taverna Marathias for dinner, this time we ate chicken souvlaki and pork steak, served with potatoes and tzatziki souce, all very nice.

IMG_3684

 

 

 

 

Avendo visto la costa ovest e avendo stabilito che è quella che ci piace di più, decidiamo di andare a Porto Vromni, un piccolo porto abitato solo da piccoli pescherecci. Da qui partono un paio di barconi turistici che portano a visitare la spiaggia del Navagio e le Blue Caves. Noi vogliamo intraprendere una piccola avventura e noleggiamo una piccola plancetta con il comandante per sei ore per portarci a visitare tutta la costa nei dintorni di Porto Vromni. Risulterà essere una delle esperienze più belle della nostra vita.

Come prima tappa il comandante ci porta a visitare Navagio, una spiaggia che deve la sua fama al relitto Panagiotis, una nave di contrabbandieri affondata negli anni ottanta durante un inseguimento con la marina greca. La spiaggia è mozzafiato, il colore del mare è turchese e questo si riflette sulla scogliera bianca che diventa celeste. Ma il meglio deve ancora venire.

Dopo il Navagio andiamo a visitare alcune delle piu belle grotte marine dell’isola (a nostro avviso le piu belle, ancora piu belle delle Blue Caves della zona nord-est). Con la piccola plancetta riusciamo a entrare dentro le grotte per vedere il mare di un colore che non abbiamo mai visto: l’acqua è scura in quanto non c’è luce dentro le grotte profonde, ma sott’acqua la roccia è stata erosa dal mare e quindi i raggi solari riescono a filtrare da sotto dando all’acqua un vivace colore blu elettrico. Fare il bagno in queste grotte è spettacolare.

Per pranzo il comandante ci lascia in una spiaggia paradisiaca che si può raggiungere soltanto via mare: sabbia bianca, acqua trasparente, nessun altro nel raggio di chilometri. Dopo pranzo andiamo a Porto Stenós, qui il comandante ci invita a nuotare attraverso un tunnel sott’acqua che porta in una cupola naturale dove si può riprendere aria, è stata un’esperienza da brivido ma ne è valsa la pena! In tutta la giornata abbiamo visitato almeno una dozzina di grotte e almeno quattro spiagge. Alle 18:00 siamo tornati a Porto Vromni, stanchi, salati, ma molto soddisfatti.

Sulla strada del ritorno ci fermiamo in un punto panoramico dove si può vedere la spiaggia del Navagio dall’alto. La vista magnifica è resa ancora più pittoresca dall’imponenza del relitto. Verso le 20 arriviamo a casa e dopo una doccia veloce torniamo alla Taverna Marathias per cena, questa volta assaggiamo il souvlaki di pollo e bistecca di maiale, tutto servito con patate e salsa tzatziki, buonissimo!

 

More photos on Flickr!

Day 5 coming soon…

 

Zakynthos Day 4, part I

IMG_3398

Having seen the west coast and having established that it is the side we liked best, we decided to head to Porto Vromni, a small port inhabited only by small fishing boats. From here there are a couple of small cruises that take you to the Navagio beach and the Blue Caves. We decided to have a bit of an adventure and hired a small boat and captain for six hours to take us around the coast and into the caves around Porto Vromni. It turned out to be one of the best experiences of our lives.

IMG_3402

IMG_1286

At first the captain took us to Navagio, a beach that has become world famous because it is the location of the wreck of a smuggler ship called Panagiotis. The beach is breathtaking, the colour of the sea is turquoise because of the very white sand and this colour reflects on the cliffs giving them a sky-blue colour. But the best had yet to come.

IMG_3433

IMG_3443

DSCN1095

IMG_1287

IMG_3436

After Navagio the captain took us to some of the most beautiful caves that the island has to offer, with the small boat we cold go inside and see the water in a colour we had never seen, the water is dark because of the lack of light inside the cave, but since the walls are eroded underwater, some rays of sunlight pass through and give the dark water a very vivid eletric blue colour. Swimming in these caves is just amazing.

DSCN1116

DSCN1128

DSCN1129

IMG_3460
IMG_3485

IMG_3501

IMG_3512

IMG_3515

IMG_3517

IMG_3555

IMG_3514

IMG_3511

 

More photos on Flickr!

Part II coming soon….

 

Avendo visto la costa ovest e avendo stabilito che è quella che ci piace di più, decidiamo di andare a Porto Vromni, un piccolo porto abitato solo da piccoli pescherecci. Da qui partono un paio di barconi turistici che portano a visitare la spiaggia del Navagio e le Blue Caves. Noi vogliamo intraprendere una piccola avventura e noleggiamo una piccola plancetta con il comandante per sei ore per portarci a visitare tutta la costa nei dintorni di Porto Vromni. Risulterà essere una delle esperienze più belle della nostra vita.

Come prima tappa il comandante ci porta a visitare Navagio, una spiaggia che deve la sua fama al relitto Panagiotis, una nave di contrabbandieri affondata negli anni ottanta durante un inseguimento con la marina greca. La spiaggia è mozzafiato, il colore del mare è turchese e questo si riflette sulla scogliera bianca che diventa celeste. Ma il meglio deve ancora venire.

Dopo il Navagio andiamo a visitare alcune delle piu belle grotte marine dell’isola (a nostro avviso le piu belle, ancora piu belle delle Blue Caves della zona nord-est). Con la piccola plancetta riusciamo a entrare dentro le grotte per vedere il mare di un colore che non abbiamo mai visto: l’acqua è scura in quanto non c’è luce dentro le grotte profonde, ma sott’acqua la roccia è stata erosa dal mare e quindi i raggi solari riescono a filtrare da sotto dando all’acqua un vivace colore blu elettrico. Fare il bagno in queste grotte è spettacolare.

Zakynthos DAY 3, Part II

IMG_3233

IMG_3259

IMG_3260

IMG_3266

IMG_1272

IMG_1274

It is 5pm in Porto Roxa and peace reigns supreme, the first fishermen arrive silently to prepare the nets, a child is hunting for crabs while his parents chat on the pier. The sea starts to reflect the golden color of the sunset.

IMG_3303

IMG_3321

IMG_3326

To gaze upon the sun diving in the greek sea, that day we choose to go to the lighthouse in Keri, where the view nothing less than perfect.

IMG_3334

 

IMG_3339

IMG_3342

IMG_3367

IMG_3368

IMG_1277

IMG_3374

IMG_3385

Sono le cinque del pomeriggio a Porto Roxa e la pace regna sovrana: i primi pescatori arrivano silenziosi a sistemare le reti, un bambino va a caccia di granchi mentre i genitori chiacchierano sul molo. Il mare inizia a riflettere il colore dorato del tramonto. Per osservare il rosso sole greco tuffarsi in mare, quel giorno abbiamo scelto il faro di Keri.

 

More photos on Flickr!

Day 4 coming soon….

Zakynthos DAY 3, Part I

IMG_3143

IMG_3152

IMG_3158

IMG_3159

IMG_3160

Following the advice of the owner of our studio apartment, we decide to go to Porto Limionas. After a half hour of breathtaking views from a road that makes you feel suspended between the sea and the sky, we arrive in the small town of Agios Leon, from here it takes us just a couple of minutes to get to Porto Limionas.

IMG_1271

IMG_3164

DSCN0782

DSCN0800

DSCN0821

IMG_3175

IMG_3184

IMG_3178

IMG_3185

IMG_3186

IMG_3190

DSCN0854

It is a fjord with unbelievable water, it just looks like the palette of a painter with all the shades of blue imaginable, from cobalt blue to emerald green. If you are hungry there is a large tavern with a terrace overlooking the sea. For just  4€ you can get two sundbeds and a beach umbrella, they are placed on terraces on the cliff that takes you to the sea so the view is magnificent. We didn’t miss the chance and relaxed for a bit before diving into the sea with our diving masks.

DSCN0878

DSCN0888

DSCN0902

DSCN0903

DSCN0910

DSCN0930

DSCN0948

DSCN0956

DSCN0983

 The fjord is beautiful both over and under the sea, we spend hours exploring the sea floor, full of underwater caves and full of fish, just beautiful.

IMG_3209

IMG_3211

IMG_3213

DSCN0996

DSCN0997

DSCN1015

DSCN1017

IMG_3222

In the afternoon, after a lot of sunbathing and snorkeling, we drive our scooter to Porto Roxa, a small and quiet fishing village, (to be precise, there are six fishing boats).

IMG_3230

(….)

DAY 3, Part 2 coming soon!!

And more photos on Flickr!

Su consiglio della padrona del nostro residence, decidiamo di andare a Porto Limionas. Dopo mezz’ora di strade sopsese tra mare e cielo, arriviamo nel paesino di Agios Leon, da qui pochi minuti e siamo a Porto Limionas: un fiordo con l’acqua di tutte le gradazioni dal verde smeraldo al blu cobalto; spettacolo davvero unico! Una grande taverna offre ristoro in un pergolato a picco sul mare e gestisce il noleggio di lettini e ombrelloni nei terrazzamenti ricavati nella roccia. La sorpresa più grande, soprattutto per come siamo abituati noi italiani, deve ancora arrivare: due lettini e un ombrellone= 4€ tutto il giorno!! Non ci pensiamo due volte. Dopo una breve pausa sdraiati all’ombra ci tuffiamo  nel’acqua cristallina alla scoperta del fondale: rimaniamo catturati dalle meraviglie del mondo sottomarino per ore.

Zakynthos DAY 2

IMG_3132

IMG_3133

Determined to get a glimpse of a seaturtle we drove our scooter to Dafni beach, unfortunately, though, we could see from the top of the hill that the road to get there was offroad, sandy and steep, impossible for a small scooter to drive on. We did however enjoy a fabulous view of Pelouzo Island.

IMG_3134

DSCN0719

The closest beach from Dafni that we wanted to see is Gerakas, another nesting ground for turtles. This beach has the largest number of Caretta Caretta nests in Europe and it is here where the small turtles make their first run to the open sea. For this reason the beach is open to public only until 7pm and you can’t walk on some parts of the beach that might have nests under the sand.

DSCN0736

DSCN0762

Being respectful of nature and its creatures we left the beach at 6:30 pm and we went to our studio apartment for a well deserved plate of spaghetti.

Day 3 coming soon….

More photos on Flickr!

Attratti dalla possibilità di scorgere qualche tartaruga, eravamo decisi a dirigere il nostro potente mezzo verso la spiaggia di Dafni, ma ci aspettava una delusione: la strada che dall’altura ci avrebbe dovuti portare alla spiaggia era  ripidissima e completamente sterrata, cioè impossibile da percorrere in scooter. Ci siamo accontentati di una vista mozzafiato dell’Isola Pelouzo. La spiaggia più vicina, che era comunque in programma di vedere, è Gerakas, anch’essa rifugio delle tartarughe. Questa spiaggia ospita infatti il maggior numero di nidi di tartaruga Caretta Caretta d’Europa e proprio qui le piccole tartarughe fanno la loro prima corsa verso l’acqua. Per questo motivo la spiaggia è aperta al pubblico solo fino alle 19:00 e molte zone non sono calpestabili per evitare di danneggiare i nidi. Il fondale roccioso del lato destro della spiaggia di Gerakas, pur essendo poco profondo, offre nascondiglio a numerosi pesci ed altri abitanti acquatici (se aguzzate la vista potrete scorgerne uno nelle foto!) Da bravi amanti della natura verso le 18:30 abbiamo lasciato la spiaggia e ci siamo diretti verso il nostro studio apartment per un meritato piatto di spaghetti.

Zakynthos DAY 1

IMG_2938

Our holiday in Zakynthos started in the small fishing town of Keriou, in the south-west side of the island. Here there are a couple of small supermarkets where we bought bread, ham cheese and fruit to take with us to the beach of Marathias, about 2 minutes from Keriou. Like most roads of the island, the road connecting Keriou to Marathias has breathtaking views, you can see the Laganas Gulf and the island of Marathonissi (aka the turtle island).

IMG_3016

The beach at Marathias is quiet, the water is cristal clear and the small stones are quite comfortable. This is the perfect place for a relaxing day of sunbathing, swimming and snorkeling.

IMG_3023

IMG_1243

When we had recuperated the energies lost travelling the day before, we took our scooter and went back to Keriou where we rented a small boat. Three hours is more than enough to visit the wild and uninhabited island of Marathonissi. The island is beautiful both over and underwater, it is a paradise for snorkelers because the sea floor is very interesting, with its mixture of sand, rock and seagrass (posidonia). If you have time to spare like we did, we highly suggest to steer the boat towards the beautiful Keri caves for a swim in the dark beautiful waters inside them. Mother Nature really went wild with the geology of Zakynthos so, while the est coast is mostly sandy, the west coast is full of spectacular caves, Keri caves are a good example.

IMG_3096

IMG_3122

IMG_3063

DSCN0693

IMG_3046

After a long shower to get the sand of our skin, we drove to the Taverna Marathias, a restaurant very close to Marathias beach where you get an amazing view of the sea and Marathonissi island. The restaurant itself offers very good food at good prices, we ordered the traditional greek moussaka and papoutsakia, they were absolutely delicious. Great view, great food, great service.

Day 2 coming soon….

More photos on Flickr!

La nostra vacanza a Zakynthos inizia a Keriou, piccolo villaggio di pescatori a sud-ovest del’isola. Dopo essere passati in uno dei mini-market a comprare il necessario per preparare dei panini, andiamo nella spiaggia di Marathias -a circa 2 minuti da Keriou. Come molte delle strade dell’isola, quella che connette Keroiu a Marathias offre meravigliosi panorami: si può vedere tutto il Golfo di Laganas e l’isola Marathonissi (detta l’isola tartaruga). La spiaggia di Marathias è tranquilla, l’acqua è cristallina e gli scogli sulla destra sono levigati al punto giusto da essere comodi per prendere il sole. Questo è il luogo perfetto per una giornata di relax. Dopo aver recuperato le energie ci dirigiamo di nuovo verso Keriou, dove noleggiamo una barca. Tre ore sono più che sufficienti per visitare la selvaggia isola Marathonissi, bella sia fuori che sott’acqua: il fondale, sia sabbioso che roccioso e rigoglioso di posidonia, è un paradiso per gli amanti dello snorkeling. Nel tempo che rimane vale la pena di puntare verso le Keri Caves, per una nuotata nel cuore della roccia (provare per credere!). Madre Natura è stata veramente stravagante con Zakynthos: mentre la costa est è per lo più sabbiosa, quella ovest è rocciosa e piena di grotte spettacolari, quelle di Keri ne sono un suggestivo esempio. Dopo una lunga doccia rigenerante, andiamo a mangiare alla Taverna Marathia, un ristorante dall’atmosfera familiare vicino alla spiaggia di Marathias, con una splendida vista sull’isola Marathonissi. Abbiamo ordinato le tradizionali moussaka e papoutsakia, entrambe deliziose! Insomma: cibo ottimo, vista stupenda, servizio efficientissimo e prezzi contenuti… da rifare!

Day 2 coming soon….

More photos on Flickr!